Annunci della Galleria Google Ads

Ago 19, 2019 Google Ads
Annunci della Galleria Google Ads

Annunci della Galleria Google Ads

2′ Tempo di lettura

Disponibili solo sui dispositivi smartphone, gli Annunci della Galleria Google Ads, nascono con l’intento di garantire al publisher un miglior tasso di clic (CTR) rispetto agli annunci dei competitor e migliorare quindi l’esperienza utente, già dall’annuncio. Non a caso, sembrano nascere come derivazione dei già veterani annunci “Carosello” di Facebook, che in molti casi offrono delle suggestioni davvero formidabili sia in termini di clic, che di atterraggio dell’utente.

Attenzione a una cosa! Per questi annunci si paga anche quando l’utente scorre fino alla terza foto! Lo scorrimento e il successivo clic sull’annuncio, prevedono comunque un solo addebito.

Niente URL per gli Annunci della Galleria

Quello che ancora oggi però sembra una lacuna di questi annunci, è che non è possibile impostare un URL di atterraggio univoco per ognuna delle immagini. Nelle immagini, è infatti possibile inserire una descrizione e un disclaimer, ma non uno specifico URL.

3 Pratici Consigli per gli Annunci della Galleria

Immagini Originali
Un po’ come sempre succede quando viene lanciata una nuova funzione, siamo portati a usarla, ma senza la dovuta attenzione del caso. Una delle prime cose alle quali dobbiamo quindi fare attenzione per gli annunci della galleria – come avviene per gli slideshow di un sito web – è che il superfluo è inutile. Questo significa che non dobbiamo farcire la galleria di foto “a caso”, ma è assolutamente necessario usare immagini uniche, univoche e altamente collegate al contenuto della landing page e al titolo dell’annuncio.
Se infatti (per fare un esempio) voglio promuovere dei tour, devo preoccuparmi di mettere foto reali, proprietarie e collegate direttamente al contenuto della pagina di atterraggio.

Usare immagini viste migliaia di volte, prive di spina dorsale e completamente innocue da un punto di vista di penetrazione, non serve a niente. Solo a non farsi cliccare per mancanza di originalità.
Mi sento di raccomandare a tale proposito il link con le linee guida sull’uso della immagini degli annunci della galleria, presente nella guida ufficiale di Google Ads.

Attenti all’ordine
L’ordine di visualizzazione delle immagini è molto importante. Non per niente è disponibile la funzione per modificarlo, nel caso in cui commettiate errori di inserimento, o vi accorgiate che il tasso di clic non è soddisfacente. Ricordate sempre che le immagini raccontano una storia ed è quindi molto importante che questa venga raccontata con un idoneo percorso visivo.

Attenti dunque alla narrazione negli annunci della Galleria

Le descrizioni non sono didascalie
Occhio attento qui! Avete a disposizione ben 70 caratteri per scrivere una descrizione dell’immagine inserita. Poco meno dei 90 caratteri assegnati a una descrizione di un annuncio solo testo.
Cercate di usarli tutti e di non mettere semplici didascalie. Come dicevamo sopra, dovete fare una narrazione. Quindi dopo aver analizzato il percorso delle foto, assegnate a ognuna anche la giusta descrizione.

La regola deve essere sempre la mancanza di eccessi e/o di costrizioni. Non fare la galleria per forza, ma studiare i contenuti. Non usare descrizioni lunghe, se avete poco da dire. Questo vale sempre e comunque!

Spero dunque che questo breve prontuario vi abbia dato spunti per iniziare la vostra prima campagna con Annunci della Galleria Google Ads. Non so se siete utenti esperti o meno, ma se avete bisogno di ulteriori consigli su Google Ads, vi consiglio di leggere anche il mio articolo “Google Ads Come Funziona“. Buona lettura!