Categoria: Facebook Ads

Traffico nel Punto Vendita

1’30” Tempo di lettura

Il marketing si fa sempre più #Glocal, vale a dire che si parte da un punto vendita che opera in ambito locale, per provare gradualmente a espandere il raggio di azione. Da locale a globale. Senza forzature. Intanto saturiamo i potenziali clienti che si trovano nelle vicinanze!

Facebook Ads, traffico nel punto vendita

Sappiamo che Facebook lavora con un raggio d’azione a km intorno a una località, ma se dentro alla pagina Business ci sono diverse sedi, è possibile attivare le localizzazioni di prossimità. L’obiettivo da selezionare per le campagne prende il nome di “Traffico nel Punto Vendita“.

L’obiettivo nasce proprio con l’intento di coinvolgere un pubblico vicino al negozio, al fine di produrre maggiori ingressi nel punto vendita. E’ importante notare che per Facebook, il “Punto vendita” è qualsiasi sede fisica attribuibile alla pagina e che in questa rientrano non solo negozi di vendita al dettaglio, ma anche ristoranti, saloni, palestre e via dicendo.

Personalizzare le inserzioni di Traffico

L’inserzione per ogni punto vendita può essere personalizzata al fine di “ingaggiare” gli utenti in target sulla base della loro distanza fisica dalla sede. Molto spesso si rivela utile anche quando il negozio si trova all’interno di una rete più vasta, come un centro commerciale o una strada con molti negozi.

Attenzione però! Ritenerlo utile solo in questi casi, sarebbe assolutamente sbagliato! L’importante è generare interesse, motivo per il quale è sempre consigliato incentivare l’azione inserendo call to action quali le indicazioni stradali o il “chiama ora”, in modo tale da avere a portata di mano tutte le informazioni utili per entrare in contatto!

Un ultimo consiglio… In molti casi, quando il piano marketing lo consente, è davvero interessante fare un’operazione di cross-platform usando inserzioni Google basate sul reddito. Quindi coinvolgere con annunci ricerca dei prospect che rientrino nel potenziale pubblico del negozio.

Modulo Contatto Facebook Ads

1′ 30″ Tempo di lettura

Il Modulo di Contatto Facebook Ads è un sistema altamente efficace per ottenere grandi quantitativi di lead a costi di acquisizione estremamente bassi. Inoltre l’intelligenza artificiale di Facebook, trovandosi costretta a lavorare solo su targetizzazioni di interessi e non potendo contare sulla pletora di dati derivanti dalla ricerca – come avviene su Google – riesce spesso a ottenere un pubblico in target in modo molto più veloce di altre piattaforme.

La qualità dei Lead

Un’obiezione che viene spesso fatta è che il contatto che arriva da Facebook non sempre è motivato. Questo è vero in alcuni casi. Non sempre, ma dobbiamo tenerlo presente. In pratica trattandosi di una strategia push – vale a dire che si presenta anche senza essere direttamente richiesta – la compilazione del modulo, può essere spesso veloce e dettata dalla curiosità, più che da un vero interesse.

Analizzare il dato olisticamente

Cosa importante per concretizzare però il costo di acquisizione del contatto (CPL o CPA che sia), è comunque quello di pensare al lead del Modulo Contatto Facebook Ads, come derivante da azioni fatte anche da altre sorgenti di traffico. Per esempio non solo lavorando in prospecting (cioè cercando clienti), ma anche lavorando in retargeting, vale a dire presentando il messaggio a un utente che lo aveva già visto.

Caso Reale: Campagna Lead Salone Parrucchiere

Detto quanto sopra, arriva il momento di ingolosirvi coi numeri però. Quelli che vi presento sotto sono dati reali derivanti da una campagna Facebook collegata al nostro pacchetto Facebook Ads. vedendo questi numeri, tutto sommato anche se la qualità non è sempre elevata, val comunque la pena di investire su questo tipo di inserzioni.

Campagna durata 15 giorni, importo speso 223,00€. Contatti ricevuti 148 in un raggio target dal punto vendita. Utente interessato a segmento beauty e programmi tv. La copertura è stata di 41.148 utenti, con costo per contatto di 1,51€. La compilazione del modulo consentiva di scaricare un coupon di sconto. Quindi una potenziale cliente, con un coupon in mano, ogni 1,51€ spesi! Non male, no?

Altri dati? 1945 clic sul link (0,35€ per clic), 34 condivisioni, 29 salvataggi,  23 commenti, 134 reazioni. Costo per 1.000 persone raggiunte 5,31€. Ma non finisce qui… perché una parte dei contatti, è stata ricevuta proprio grazie alle condivisioni. Insomma… ripeto… non male, no?